• Piazza San Marco

Piazza San Marco è una piazza della zona nord del centro storico di Firenze.

La piazza quadrangolare ha una forma veramente tipica: contornata da eleganti palazzi è dominata dalla facciata della chiesa e convento di San Marco, dalla quale prende il nome; al centro è presente una piccola area verde con alberi, con una statua centrale contornata di panchine e, come nell'omonima piazza veneziana, affollatissima di piccioni. La statua bronzea in questione ritrae il Generale Manfredo Fanti (morto proprio a Firenze), opera del 1873 dello scultore Papi, su modello di Pio Fedi.

La piazza venne realizzata nella prima metà del Quattrocento, quando Cosimo il Vecchio incaricò Michelozzo di edificare la chiesa e il convento per i monaci silvestrini, poi passato ai domenicani provenienti dal monastero di San Domenico di Fiesole. Anticamente la zona si chiamava San Marco al Cafaggio, perché qui vi era una zona boscosa recintata, come indica appunto il nome, o San Marco Nuovo, per distinguerlo da San Marco Vecchio. La piazza e tutto il complesso di San Marco divennero infuocati durante gli anni in cui Girolamo Savonarola ne fu il priore, e furono teatro dei drammatici scontri tra i piagnoni cioè i seguaci del frate ferrarese, e i loro avversari. La chiesa rimase senza facciata fino al 1780, quando fu aggiunta l'attuale in stile neoclassico.